CookiesAccept

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Approvando questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Buona navigazione!

Approvo

EsaBac: Un solo esame, due diplomi

ESABAC è l’acronimo di “Esame di Stato” e “Baccalauréat”. Si tratta di un esame di fine studi secondari binazionale che conduce al duplice rilascio del diploma italiano di Esame di Stato e del Baccalauréat francese. Creato dall’Accordo italo-francese del 24 febbraio 2009, è entrato in vigore nel settembre 2010, da un modello già valido tra Francia e Germania, Francia e Spagna e Francia e USA. Il curricolo italiano prevede per 3 anni lo studio della Lingua e della letteratura francese - 4 ore a settimana - e della Storia veicolata in lingua francese (disciplina non linguistica) – 2 ore a settimana. In Francia, il curricolo prevede un insegnamento in italiano di Lingua e Letteratura italiana e di Storia veicolata in italiano. La Francia è il secondo partner economico dell’Italia; per un giovane italiano, conoscere la lingua e la cultura francese apre interessanti prospettive professionali sul mercato del lavoro italo-francese.

 

A partire dall'anno scolastico 2012-2013 gli studenti dei corsi A e B del nostro liceo integrano il loro percorso liceale con il Progetto ESABAC che darà loro la possibilità di conseguire un doppio diploma: l'Esame di Stato italiano e il Baccalaureato francese. L'ESABAC è infatti un diploma internazionale riconosciuto sia in Italia che in Francia. Il progetto riguarda specificatamente il triennio e prevede un potenziamento dello studio del francese, (4 ore settimanali invece di 3, con la compresenza di un assistente madrelingua) nonché l'insegnamento della storia in francese. Per accedervi è sufficiente che gli allievi abbiano iniziato lo studio del francese dalla prima superiore o che comunque presentino in Terza un livello di conoscenza della lingua corrispondente al livello A2 / B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento.

Si tratta di un percorso di studi d'eccellenza, voluto dai Ministeri degli Esteri e dell'Istruzione dei due rispettivi paesi nell'ottica di una sempre maggiore integrazione europea. Per realizzarlo nel concreto, un'apposita commissione bilaterale ha lavorato alla riscrittura dei programmi d'insegnamento di letteratura e di storia, delineando un percorso culturalmente ricco proprio perché all'insegna dell'interdisciplinarietà. Così, dalla semplice compresenza degli insegnanti in classe, altre pratiche di lavoro in équipe vengono incoraggiate nel corso del triennio, in collaborazione con i docenti di lettere e storia dell’arte.

Contemporaneamente si sta creando una rete di scuole sia in Italia che in Francia, dove il progetto esattamente speculare viene realizzato in quelle scuole dove si studia l'italiano come lingua straniera. Le classi italiane e quelle francesi coinvolte nel progetto potranno così approfondire la conoscenza delle rispettive culture e delle rispettive radici storiche, potranno effettuare soggiorni studio nella classe gemellata, realizzare scambi lunghi di singoli studenti o di singoli insegnanti (programma Jules Verne). Ma soprattutto al termine degli studi potranno scegliere se proseguire la loro formazione universitaria qui o nel paese d'oltralpe. Il diploma ESABAC dà infatti libero accesso a tutte le Università francesi ed apre un canale privilegiato per percorsi di ricerca post-laurea in Francia.

 

Come si svolgerà l’esame finale?

Alla fine del triennio gli studenti dovranno affrontare, oltre le tre prove previste dall'attuale Esame di Stato, una quarta prova consistente nello svolgimento di un tema di argomento letterario e di un tema di argomento storico, entrambi in lingua francese.

Da sottolineare che in caso di esito negativo della quarta prova supplementare, il rilascio del diploma di maturità italiano non sarà minimamente compromesso.

I candidati che avranno superato con successo da un lato le prove dell'Esame di Stato, e dall'altro le due prove specifiche dell'EsaBac, si vedranno consegnare il diploma d'Esame di Stato, secondo la procedura in vigore in Italia, e il Baccalauréat francese, da parte del Rettore dell'Académie di Nice.

Nella sessione di giugno 2012 degli Esami di Stato, i risultati nazionali dell’EsaBac sono stati eccezionali: quasi il 91% dei 790 candidati hanno ottenuto il diploma, con un significativo miglioramento dei voti attribuiti.

 

Quali prospettive apre questo percorso di studi?

 

L’EsaBac non è soltanto un simbolo dell'intesa tra l'Italia e la Francia; favorirà, per gli allievi che hanno beneficiato di questo percorso d'eccellenza, l'accesso a percorsi universitari italo-francesi e ad uno dei 150 doppi diplomi rilasciati dalle università di entrambi i paesi.

Per un giovane Italiano, conoscere la lingua francese e la sua cultura apre interessanti prospettive professionali sul mercato del lavoro italo-francese, come testimonia la Camera francese di commercio e d'industria in Italia. La Francia è, infatti, il secondo partner economico dell'Italia; e, parlato da più di 200 milioni di persone sui cinque continenti, il francese rimane una delle principali lingue di lavoro dell'Unione europea e dell'ONU.

 

I numeri dell’EsaBac

  • 280 licei coinvolti in tutte le regioni italiane.
  • 42 licei in Francia preparano gli studenti all’EsaBac e 3 licei francesi in Italia.
  • Oltre 10000 allievi italiani iscritti in sezione EsaBac nelle classi di terza, quarta, quinta.
  • 700 allievi promossi nel 2011; nel 2012, 1000 allievi ; dal 2015, saranno più di 6000 allievi.
  • 91 % degli alunni promossi, di cui il 15% con il giudizio “Ottimo” (Mention Très bien) nel 2012.
  • 30 seminari didattici regionali per i docenti EsaBac, proposti dall’Institut français Italia in tutte le regioni interessate nell’a.s. 2013-2014.
  • Oltre 800 docenti di Lingua e letteratura francese e di Storia in francese (DNL) coinvolti.
  • 20 docenti italiani di Storia invitati dall’Ambasciata ogni anno ad un corso di perfezionamento estivo in Francia.
  • 250 corsi di laurea italo-francesi all’università.

Per saperne di più:

www.vizavi-edu.it

www.france-italia.it

www.ambafrance-it.org

www.francaitinera.org.